I BAMBINI DI MAGISK.it

“A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino.” Pablo Picasso

I BAMBINI DI MAGISK.it

Nessuno.

Nessuno parla dei nostri bambini, dei nostri ragazzi, in questo maledetto periodo di pandemia.

Nessuno, dei loro cuori, dei loro sentimenti schiacciati, delle loro emozioni smarrite. Nessuno fa niente.

Non il Presidente della Repubblica.

Non i Primi Ministri.

Non il Parlamento.

Non lo ha fatto il Ministro della Scuola, impegnata nello sperperare danari pubblici per banchi monoposto e relative rotelle. Per aule di scuole chiuse.

Non lo hanno fatto le compagnie elettriche, distaccando per morosità la corrente a più di un milione di famiglie Italiane.

Obbligando i ragazzi a spegnere il PC, a leggere a lume di candela, a non studiare.

Si sono dimenticati dei nostri cuccioli, senza differenza, con indifferenza. Nessuno escluso. La Chiesa, le Istituzioni, le Imprese, la stampa, la TV, la Radio. Ogni cosa più importante.

Gli imbrogli sui prezzi delle siringhe, sull’Expo di Milano, sulla tragedia del ponte Morandi. Che non hanno colpevoli. Mi sento offeso dal mondo politico, a tutti i livelli, che predilige il bonus sul monopattino di pochi, ai giochi dei fanciulli di tutti.

Sono incredulo davanti all’immobilità di Sindaci incapaci di decidere, con determinazione, sull’apertura delle scuole. Non sulla loro chiusura.

Esterrefatto dal Volontariato, che spontaneamente, si è voluto piegare ai meccanismi di sistema. Siamo finiti in un universo di balle giganti, e già, che prima, non c’era di meglio.

Noi di Magisk.it e di Sapere Aude ETS gridiamo Basta!Basta!Basta!

I nostri bambini, i nostri ragazzi, sono dei prodigi, e come tali devono essere tutelati. Idem per i genitori. In ogni modo.

Devono stare al primo posto di ogni ordine del giorno, dei nostri pensieri, non all’ultimo, nella testa di qualcun altro. Che racconta di sapere quanto pesano le loro lacrime, dimenticando il nome dei propri nipoti. Non è giusto che imparino con pianti e sofferenze quello che possono capire con i sorrisi.

Non è giusto trattarli così.E non trattarli allo stesso modo. Non è giusto che abbiano perso i loro 7 o 16 anni.

Perché quei 7 o 16 anni non torneranno più.

Magisk.it sta elaborando un progetto semplice e di valore da porre all’attenzione del Presidente Draghi. Con l’intervento di molte aziende Italiane, stiamo inventando qualche giorno, qualche ora estiva, che permetta ai nostri bambini di godersi il sole, di inseguire le proprie impronte sulla sabbia, di allontanare le cattive illusioni, di fare collezione di conchiglie sulla spiaggia.

Per diventare l’uomo più ricco del mondo!

Basta!

D.D.

www.magisk.it

“Lo studio e, in generale, la ricerca della verità e della bellezza sono una sfera di attività nella quale ci è consentito di rimanere bambini per tutta la vita.” Albert Einstein